Ma tu di che segno 6? – Risate in salsa natalizia, Neri parenti cambia e torna convincente

Il cinepanettone è sempre stato un prodotto tipico della Filmauro, l’azienda di Aurelio De Laurentiis, ma quest’anno cambia tutto. Neri Parenti ha cambiato scuderia, o meglio come dice lui “è stato licenziato”, passando alla Lucky Red, ma poco importa visto che dopo il disastroso “Colpi di fortuna” l’oroscopo sembra essere cambiato in positivo. “Ma tu di che segno 6?” non c’entra nulla  con il “Di che segno sei?” (1975) con i fuoriclasse della commedia quali Albertone Sordi e Paolo Villaggio. Certo rivedere “cipollino Massimo Boldi con il regista di tanti vacanze di natale a distanza di 9 anni ha un retrogusto di romantico e l’effetto è quella di un prodotto senza infamia e senza lode che raggiunge l’obiettivo prefissato. Il cast permette ai ragazzi di rifarsi gli occhi, guardare Mariana Rodriguez e Vanessa Hessler per ulteriori approfondimenti, ma la cosa più deludente è il ruolo ripetitivo e a tratti noioso di Gigi Proietti e quello quasi catatonico di Ricky Memphis.

 

Ma tu di che segno sei_ trailer

 

FIGLI DEGLI ASTRI – La citazione con la canzone “Figli delle stelle”  di Alan Sorrenti poco centra col film, sennonché l’allegra combriccola segue alla lettera l’oroscopo del giorno facendosi irrimediabilmente  influenzare la vita quotidiana. Capita così che un avvocato (Gigi Proietti), spietato principe del foro, perda la memoria e sia costretto a mille peripezie durante le quali arriverà a comprendere che almeno per una volta ha fatto la scelta giusta senza essere consapevole. In Vaticano invece è richiesto un cambio fotografico e viene convocato a Roma il Cavalier Rabagliati (Massimo Boldi), la cui maniacale cura verso germi e batteri causerà non pochi problemi durante il viaggio in frecciarossa e un successivo ricovero per un “taglio letale”. Episodio invece tecnologico per Saturno Bolla (Ricky Memphis), impiegato mago della parabola con un grave problema di compatibilità con le donne Ariete, solo che questa volta baratterà un full hd come Nina Rocchi (Vanessa Hessler) e un tubo catodico come Wanda (Cecilia D’Amico). I veri astrologi però sono l'”Orion” Piero Lo Muscio (Pio), un cognome una garanzia per la stampa romana, e l’allegro compare Andrea Tricarico (Amedeo). L’ingegno di Andrea questa volta lo porterà per la prima volta a credere negli astri per ingraziarsi la bella Monica (Mariana Rodriguez), chissà se la guest star Paolo Fox ha in serbo rose o spine per i suoi progetti? In tutto questo c’è anche tempo per un salto in caserma con Augusto Fioretti (Vincenzo Salemme), un maggiore dei carabinieri versione papi gelosissimo,  per la gioia della figlioletta che vede i fidanzati sparire uno dietro l’altro misteriosamente come lo sciogliersi della neve al sole, e il tenente Quagliarullo (Angelo Pintus).

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

di-che-segno-sei

PANETTONE? NON MALE, MA NON SAZIA – Gli italiani sono un popolo di buona forchetta, e i dolci natalizi piacciono. Il cinepanettone è ormai un prodotto made in Vanzina, qui alla sceneggiatura, con la partecipazione di Neri Parenti alla regia. Cercare in questo caso un’opera trascendentale e innovativa è pressoché impossibile, infatti spesso e volentieri le scene sembrano quelle di una pellicola già vista. L’importante però è ridere e in alcuni passaggi il lungometraggio raggiunge il suo obiettivo. Esilerante il continuo sabotaggio ai danni della povera figlia per la coppia Salemme-Pintus, così come l’occasione persa dal povero Memphis. In “Colpi di fortuna” non funzionava nulla, e se “Colpi di fulmine” era un mezzo flop la colpa dice il regista era del suo ex produttore. Ecco così che si torna alla commedia natalizia, anche se il natale compare poco e niente all’interno dell’intreccio narrativo. La certezza è che dall’11 dicembre vedere il proprio oroscopo sarà un pò più divertente e forse non solo a Napoli cominceranno a essere superstiziosi.

Ma tu di che segno 6?

Valutazione: 2,5/5 stelle

Giudizio Breve: “Una commedia che segna il parziale rilancio di Neri Parenti dopo il tremendo “Colpi di fortuna”. Un buon cast riesce a regalare qualche risata, ma purtroppo sembra qualcosa di visto e rivisto e non convince fino in fondo. Il gioco delle coppie convince molto in Pio-Amedeo e Pintus-Salemme funziona, meno i personaggi di Memphis e Proietti. Senza infamia e senza lode, ma sicuramente più gradito ai nostalgici, il personaggio di Boldi”.

Thomas Cardinali

L\'Autore Thomas Cardinali

Web writer di professione, scrivo di cinema e spettacolo in ogni sua sfaccettatura. Video maker in formazione con la passione per il calcio e la Formula1