The Reach:caccia all’uomo, “Gordon Gekko va a caccia !”

the reach

Decisamente uno dei titoli più interessanti nelle uscite di luglio 2015, un film ambientato in un deserto con il caldo attuale che imperversa in questi giorni in Italia lo spettatore troverà ancora di più decisamente coinvolgente.

Ci troviamo di fronte ad un western moderno tratto dal romanzo di  Robb White: Deathwatch, scritto nel 1972 e vincitore nel 1973 dell’Edgard Award, i diritti del libro sono della Literal Media e guarda caso Michael Douglas è azionista della casa editrice non si è fatto sfuggire la possibilità di portare sullo schermo il libro.

deathwatch

La trama asciutta vede Ben (Jeremy Irvine), idealista innamorato della natura e guida di professione, dover accompagnare John Madec (Michael Douglas) imprenditore di Wall Street che sta vendendo in blocco la sua azienda ai cinesi, e che richiama fin troppo il Gordon Gekko del film di Stone, che vuole andare a caccia. Un tragico incidente trasformerà la caccia in una lotta per la sopravvivenza con Ben contro Madec.

Diretto con maestria da Jean-Baptiste Leonetti al suo secondo lungometraggio dopo il debutto con successo  di critica di Carré Blanc, si può solo parlare bene di questa pellicola forse con una nota stonata nel finale, dovuto purtroppo alle scelte che vengono spesso fatte con le proiezioni test per soddisfare i palati non troppo intelligenti di chi ci partecipa, ma non compromette tutto l’insieme dove i due protagonisti  si danno battaglia senza tregua nel deserto della leggendaria Shiprock Mountain nel territorio Navajo. Il risultato nel suo complesso è davvero notevole e restituisce un genere  come il western moderno con lo stile cinematografico degli anni’70. Tra le molte scene da notare l’utilizzo della Mercedes G63 AMG6x6 , costo mezzo milione di euro, un modello prototipo realizzato per il  film,  dotato di ogni comfort con forno microonde, macchina del caffè e un bar dove nel mezzo del deserto Michael Douglas può avere il suo Martini con olive nel  bicchiere adatto, che non mancherà di consumare  in una scena davvero da antologia, che mostra la forza sprezzante del denaro di Wall Street contro la natura selvaggia.

Di Roberto Leofrigio

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

the reach3

 

 

 

 

 

L\'Autore Roberto Leofrigio

Roberto Leofrigio, laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, esperto di cinematografia sin dai lontani anni'80 con la nascita di una fanzine cartacea. Collaboratore di vari siti di cinema, ufficio stampa per molti eventi di promozione cinematografica e videoperatore, ama tutti i generi e in particolare quel cinema che spesso non viene distribuito nel nostro paese.