Taormina 62, un festival firmato Tiziana Rocca!


taormina

 

A parte i freddi numeri e l’incredibile programma della 62esima edizione del Taormina film Festival, ubicata in una cornice mondiale come quella del Teatro Antico che tutto il mondo ci invidia, che si svolgerà al 10 al 18 giugno, ma   prima lasciarvi ad un breve sunto e rimandarvi al sito ufficiale con  il programma fittissimo, due righe, ma forse servivano due due pagine, vanno spese nei confronti di Tiziana Rocca che con la sua società Agnus Dei come general manager ha preso in mano il festival riportandolo ai fasti degli anni’60 dove rivaleggiava con Cannes.

Prova ne sia che il direttore del festival di Cannes Thierry Frémaux è fra gli ospiti, ma il dato fondamentale riportato alla classica domanda giornalistica in conferenza stampa  di quanto costa la manifestazione , è la dimostrazione delle capacità di Tiziana Rocca e della sua squadra ben scelta di collaboratori di sapere costruire un festival con i fondi privati. Il budget conta circa 2 milioni di euro, dei quali 900.000 euro da sponsor privati, altri 800.000 forniti in realtà in servizi dagli stessi sponsor, limitando a poco meno di 200.000 euro i fondi pubblici. Per coloro che non conoscono bene le cifre, in passato senza citare nomi, possiamo dire che la parte del Leone o della Lupa l’hanno fatto sempre fatta i fondi pubblici, con un contributo modesto da parte del privato. Al contrario le doti di manager e marketing dell’azienda di Tiziana, hanno portato una casa prestigiosa nelle settore degli orologi come Baume & Mercier ad essere Main sponsor, con tanto di orologio in serie limitata dedicato alla manifestazione e potrei continuare per altre 2 pagine con i vari sponsor anche quelli minori. L’indotto poi del festival ha portato ormai da settimane ad  un totale esaurito di posti letti nella cittadina, ma consigliamo per un last minute di fare un bella ricerca su AirBnb, ovviamente ne beneficiano ristoranti negozi etc. Insomma nel vituperato Sud pozzo senza fondo di soldi pubblici che spariscono , per non parlare dei numerosi scandali di stipendi comunali  e regionali, diventa con il Taormina film festival la semplice dimostrazione di sapere far bene le cose che porta non solo vantaggi economici, ma una cartolina per Hollywood che ormai apprezza il festival come non mai, prova ne sia che Richard Gere sarà il presidente onorario e sarà presente e con il suo film   Gli invisibili di Oren Moverman (presentato al festival di Roma nel 2014) dove lo troviamo nei panni di un senza tetto. Gere sarà ospite il 9 giugno della Comunità di S. Egidio a Roma, per poi spostarsi a Taormina   come  promotore di un progetto di beneficenza che  andrà a favore della fio.PSD (Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora) per il progetto del Network Housing First Italia e la campagna #HomelessZero.

gerebarbone

 

A questo punto vi lascio ai “freddi” numeri con un veloce elenco degli ospiti ed eventi consigliando a tutti di visitare il sito per tutti i dettagli e seguire al meglio il festival, e per chi vuole partecipare o dare la caccia agli autografi o selfie  con tutti gli attori sarete i benvenuti a Taormina, autentica Rocca del made in Italy nell’organizzazione di un festival di cinema.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

I maggiori ospiti invitati presenti al festival saranno: Susan Sarandon, Marco Bellocchio, Rebecca Hall, Harvey Keitel, Thierry Frémaux, Oliver Stone e Jeremy Renner, per le TaoClass, in particolare il regista Stone porterà un documentario sull’Ucraina in fiamme (Ukraine on Fire di Igor Lopatonok), film-documentario di cui è coproduttore e autore delle interviste tra cui spicca quella fatta con il presidente Putin. Altri ospiti Francesco Munzi e Marcello FotiSabrina Impacciatore, Noemi, Salvatore Esposito e Marco D’Amore (Ciro e Genny vengono a mettere paura alla cupola! Gomorra docet), Fabrizio Gifuni, Claudio Santamaria e Gabriele Mainetti (Jeeg Robot !) , Geppi Cucciari Marco Giallini e Matilda De Angelis Iain Glen da Il trono di Spade ! .

Ventuno i paesi rappresentati nei film in programma , oltre 100 titoli presenti tra anteprime, grandi film al Teatro Antico, cortometraggi.

Film d’apertura, fuori concorso, il cartone Disney  Alla ricerca di Dory,  poi  The Meddler di Lorene Scafaria, gli uccellini di Angry Birds – Il Film di Clay Kaytis e Fergal Reilly (in uscita  dal 15 giugno)  con le voci italiane di Chiara Francini  e altri attori presenti a Taormina.

La giuria per il Concorso Internazionale, TAO62, con la Giuria Speciale di Giovani, grazie ad ANEC Sicilia, presieduta da Monica Guerritore e da Claudio Masenza,  voterà il miglior film presente al Festival.

Ad aprire la competizione Tutti vogliono qualcosa (Usa, 2016) di Richard Linklater (in sala dal il 16 giugno).

Per tutti i dettagli e approfondimenti vi consigliamo il sito ufficiale:

http://www.taorminafilmfest.net/home.aspx

 

L\'Autore Roberto Leofrigio

Roberto Leofrigio, laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, esperto di cinematografia sin dai lontani anni'80 con la nascita di una fanzine cartacea. Collaboratore di vari siti di cinema, ufficio stampa per molti eventi di promozione cinematografica e videoperatore, ama tutti i generi e in particolare quel cinema che spesso non viene distribuito nel nostro paese.