Story Boomers! Capalbio International Film festival 9-12 luglio.

 

 

Presentato oggi alla stampa la 22esima edizione del Capalbio International Film Festival, dedicato principalmente ai corti, con il motto della manifestazione che campeggia sulle t-shirt “Siate Brevi” e con l’accattivante  “Story Boomers”  neologismo usato per questa edizione, in collaborazione con il prestigioso festival Sundance americano, che il direttore Tommaso Mottola ha cosi descritto : “Con questa parola Capalbio dà un nome a una generazione che sta per travolgerci con una esplosione di storie e formati, e che sta rivoluzionando giorno dopo giorno il concetto di cinema in presa diretta. Grazie alla diffusione di sistemi di ripresa e montaggio (microvideocamere, smarth phone, droni e go-pro) milioni di ragazzini digital born ma anche uomini e donne di ogni età si stanno impadronendo del linguaggio del cinema e accumulano ogni giorni negli hard-disk miliardi di filmati….”

Senza dubbio il festival si presenta davvero ricco con interessanti corti e prestigiosi ospiti in eventi speciali.

Andando con ordine il festival presenta quest’anno la prima edizione del Italy/Sundance Screewriters Workshop un occasione unica per ricreare una full immersion creativa alla presenza di Joan Tewkesbury (sceneggiatrice di Nashville 1975 di Robert Altman) e Erin Cressida Wilson(sceneggiatrice di Chloe diretto a Atom Egoyan) prestigiosi tutor, in collaborazione con l’Hub creativo della Fondazione Cinema per Roma.

Madrina della manifestazione  sarà Tatiana Luter volto emergente del nostro cinema visto da poco in Youth – La Giovinezza di Paolo Sorrentino, il festival attraverso due giure premierà i migliori corto selezionati tra oltre 60 opere che verranno proiettate, tra cui segnaliamo Gas Station dell’italiano Alessandro Palazzi.

Divisi in varie sezioni la manifestazione, che vi ricordiamo è totalmente gratuita ad ingresso libero,  si articolerà con un programma dedicato anche i giovanissimi con una sezione Teens e Kids, una sezione sperimentale chiamata Onde Corte e sicuramente la più interessante Story Boomers tra cui segnaliamo in particolare il corto italiano Sexy Shoping di Adam Selo e Antonio Benedetto che attraverso una go-pro segue la difficile vita di un immigrato bengalese che poi racconterà a distanza a sua moglie  ma soprattutto il geniale corto israeliano True Colours che racconta il mondo delle ragazze israeliane che creano video tutorial sul trucco e con una incredibile ricerca fatta su You Tube dall’autore Aylet Albenda riesce a trasmettere la vita di queste giovani.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Per ulteriori dettagli vi rimandiamo direttamente al sito internet del festival, non senza avervi segnalato l’imperdibile Masterclass che si terrà sabato 11 luglio alle ore 12 con Luca Bigazzi direttore della fotografia dell’ultima opera di Sorrentino Youth-La Giovinezza.

www.capalbiocinema.com

 

 

capalbiobis

 

L\'Autore Roberto Leofrigio

Roberto Leofrigio, laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, esperto di cinematografia sin dai lontani anni'80 con la nascita di una fanzine cartacea. Collaboratore di vari siti di cinema, ufficio stampa per molti eventi di promozione cinematografica e videoperatore, ama tutti i generi e in particolare quel cinema che spesso non viene distribuito nel nostro paese.