Star Wars: Il risveglio della forza finalmente in digitale dal 13 Aprile.

Star Wars: Il risveglio della forza, settimo capitolo di una delle saghe più famose della storia del cinema arriva finalmente in Home Video con diversi “lati oscuri”

SW_1

Ben cinque le edizioni disponibili sul mercato per Star Wars: Il risveglio della forza: due versioni standard nei classici formati Dvd e Blu-ray e tre limited editions : la steelbook e le due versioni “Lato oscuro” e “Luce” differenti dal Blu-ray standard solamente nella slipcover ed esclusiva dei negozi della catena Media World.

SW_2

L’opera diretta dal maestro J.J. Abrahams ha letteralmente frantumato ogni record e forte di oltre 20 m di € incassati in Italia ha inondato gli scaffali in così tante versioni che per i collezionisti sarà un salasso comperarle tutte; come poi vedremo nel recap finale, la spesa per poter acquistare (quasi) tutto il “carrozzone” e cioè le cinque versioni, a prezzo pieno si aggirerebbe intorno ai 110 €, senza contare fanatismi dell’ultima ora come “fammi comperare due steel così, quando diventeranno rarissime una me la rivendo” e via discorrendo.SW_4

Ma come dicevamo anche dal sottopancia, alcuni “lati oscuri” minano pesantemente l’uscita non permettendogli di ottenere il massimo dei voti e la cosa ci manda in bestia un pò come se a Vettel gli si rompesse il motore a 2 giri dalla fine. Un classico delle versioni Disney, infarcite di tutto e di più ma monche sempre di qualche cosa. SW_5

In conseguenza di ciò, rispetto al cofano con i primi 6 capitoli (edito dalla 20th Fox per la precisione) nel comparto audio la situazione per la lingua originale è addirittura peggiorata, ma questa ed altre pecche mortali, fonte di bestemmie e deliri per un qualsiasi fan della saga adepto a screenshot e fermi immagini deliranti, saranno difficilissimi da digerire.

Dov’è finita l’edizione in 3D? Uscirà a fine anno in un mega cofano solo per spillarci ulteriori euro? Rimarrà nel dimenticatoio?

Perchè l’intro nel film in sala era in italiano mentre nel disco è in inglese?

Poichè “il fanboy medio se ne frega” e la Disney lo sa bene e ci mangia sopra; l’edizione Blu-ray + disco bonus ne è parziale conferma.SW_6

Mi starete prendendo per matto; a giudicare dalla scheda tecnica e dagli screenshot, alla fine mi darete ragione.

Produttore Lucasfilm
Distributore Walt Disney Studios Home Entertainment
Anno pubblicazione 2016
Area 2 – Europa/Giappone
Codifica PAL
Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p (originale in 2,39:1)
Formato audio 5.1 Dolby Digital: Spagnolo Catalano
5.1 DTS: Italiano Spagnolo
7.1 DTS HR: Inglese
Sottotitoli Italiano Inglese NU Greco Portoghese Spagnolo
Tipo confezione Amaray
Numero dischi 2 BD 50
Codice EAN 8717418478773
CodiceProdotto BIY0444002

 

SW_7

Analizzando il video, tecnicamente non abbiamo nulla da eccepire, riversamento perfetto, a regola d’arte e conversione dei files originali senza alcun tipo di difetto, Nessun artefatto è visibile lungu tutti i 135 minuti di durata del film e anche nelle scene più scure, macroblocchi e difetti di compressione sono pressochè assenti. Nelle scene più movimentate effetti di ghosting, blur o fastidiosi aloni derivanti da un calo di bitrate non sono visibili e solo un occhio espertò può notare qualche piccolo difettuccio in pochissime scene in notturna.

SW_8

Anche i primi e i primissimi piani sono da urlo; riuscirete a vedere anche i difetti fisici degli attori dove il trucco non è arrivato a coprirli. Perfettamente bilanciati i colori della pelle che in alcuna scena tendono al salmone o al giallognolo.

SW_9

Colori perfettamente riprodotti sin dai cartelli iniziali di un giallo intenso che si stacca perfettamente dal fondo scuro e ancor più belli e ricchi di sfumature nelle scene girate nel deserto del Dubai; in generale il film, ad eccezione di queste scene non offre grossi spunti visivi in campo colorimetrico, anzi si mantiene su una neutralità formata da colori freddi e grigi tendenti al metallico per buona parte del film.

SW_12

Nota di merito va data agli effetti realizzati per gli interni del Millennum Falcon, riprodotti alla perfezione e con quell’alone di antico che perfettamente si contrappone alla perfetta pulizia dell’astronave delle forze del Primo Ordine.

SW_13

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Ahi, ahi, ahi, dove vai se l’audio non ce l’hai?

Il comparto audio è la nota dolente dell’edizione Blu-ray, la gamba di legno, una gomma forata, una crepa su un blocco di marmo che non permetterà al disco di meritarsi la top 10 delle migliori edizioni del 2016.

SW_15

Invece che proporci la medesima e strabiliante traccia inglese, riprodotta nella sua potenza loseless a 7.1 canali in DTS-HD MA (48kHz, 24-bit), la Disney, che fa? Nulla, mescola le carte e pasticcia.

Per evitare di toccare la traccia video che per ragioni di costi deve essere uguale in quanti più paesi possibili,(ecco spiegato perchè non avremo mai i cartelli iniziali in italiano come li abbiamo visti al cinema), e per risparmiare sulle edizioni da dover realizzare per ogni singola nazione, il disco presenta lingue come lo Spagnolo (addirittura in doppia traccia!) e il Catalano, inutili, sottraendo spazio preziosissimo per alloggiare la traccia loseless. In conseguenza di ciò, a corto di spazio libero su disco, la Disney ha volutamente inserito:

  • Traccia inglese lossy in 7.1 DTS-HR (High resolution); questa soluzione permette di risparmiare spazio rispetto al loseless DTS-HD MA, però comporta una compressione del segnale audio con perdita di dati e giocoforza non garantisce una adeguata fedeltà sonora come ci si aspetterebbe da un’edizione di questo calibro, almeno per la lingua originale.
  • Conseguentemente alla mancanza di spazio la traccia italiana è costretta ad essere codificata in uno standard DTS full-rate a 1500 kb/s, e pensare che gli spagnoli hanno avuto addirittura due tracce!

SW_16

Volete sapere come funziona in paese più commercialmente evoluto con una clientela e un servizio consumatori che si fa davvero sentire, come accade in Francia?

  • Traccia audio inglese loseless in DTS-HD MA,
  • Traccia Francese lossy in DTS-HR,
  • Niente lingue extra, superflue, nessun sottotitolo extra ad esclusione dell’inglese e del francese.
  • Ah dimenticavo, nella steel francese è incluso anche il Dvd del film, così, ça va sans dire.

Ci voleva un cervello fino per applicare la stessa soluzione da noi? Si, direi proprio di si. E non mi venite a parlare di copie vendute che, almeno per Star Wars il giochetto non funziona!

Tutto sommato però la traccia nostrana, tenendo conto di tutto ciò, è ben spaziata, equilibrata tra effetti e parlato e il canale centrale riproduce a dovere tutti i dialoghi senza alcun salto, parola mozzata o inaudibile. Anche gli altoparlanti posteriori lavorano a dovere e lungo tutto l’arco del film tutte e 5 le casse verranno utilizzate al meglio, specialmente nelle sequenze action delle battaglie e degli inseguimenti con le navicelle.

SW_18

Extra all’apparenza succosissimi dalla durata di ben 2 ore, ma vediamo:

  1. Tutti sono solamente sottotitolati, non doppiati e, per un’edizione che si rispetti, ciò non dovrebbe accadere almeno perquelli in cui è presente una voce narrante;
  2. Più della metà delle due ore sono impegnate dal doc in quattro parti sulla realizzazione del film; le altre featurette durano al massimo 6-7 minuti e non garantiscono un adeguato approfondimento del tema trattato;
  3. L”extra della lettura a tavolino è quasi insignificante non riproduce integralmente la lettura della sceneggiatura ma solo un mini sunto della durata di appena 4 minuti.

SW_19

I Segreti de Il Risveglio della Forza: Un Viaggio Cinematico(1080p, 1:09:14 totali): making of in quattro parti sulla realizzazione del film (spoiler nel capitolo 4).

    • Capitolo Uno: Discussione iniziale sul passaggio del franchise alla Disney e sul come si è arrivati a scegliere J.J. Abrams per la regia; le idee iniziali e i concept che hanno portato alla realizzazione della sceneggiatura del film facendolo rimanere fedele alla linea espressa negli altri sei capitoli. La scelta degli attori per i nuovi personaggi e la prima lettura del copione da parte del cast.
    • Capitolo Due: Lezioni di filmmaking: le riprese ad Abu Dhabi il day one, il training degli attori per le scene più importanti, uno sguardo a BB-8 e i suoi segreti; il passaggio ai Pinewood Studios e le costosissime scene girate all’interno dei blindatissimi set. Poe Dameron, Captain Phasma, e Kylo Ren e l’ideazione di questi nuovi caratteri; ricreare il Millennium Falcon; il momento giusto per far entrare in azione Han Solo e Chewbacca; Peter Mayhew, Chewbacca in carne ed ossa.
    • Capitolo tre: Uno sguardo tecnico alla nuova cantina e la sua realizzazione: i personaggi, la costruzione del set, la location e il lavoro digitale alle spalle di ciò che si vede su schermo; i personaggi di Maz Kantana e Snoke, R2-D2 e C-3PO, il ritorno di Leila, Carrie Fisher
    • Capitolo Quattro: Il destino di Han Solo, la scena chiave che lo riguarda e uno sguardo analitico sulle sue sequenze; la scena finale e le considerazioni finali di cast e crew sul film e sulla saga in generale.

SW_20

Il Risveglio della Storia: La Lettura a Tavolino – (1080p, 4:01) Piccolo riassunto sui vecchi e nuovi protagonisti che riflettono sull’indimenticabile giornata in cui s’incontrarono per la prima volta per leggere la sceneggiatura del film;
Costruzione di BB-8 – (1080p, 6:03) Un approfondimento su tutti i segreti che hanno permesso ai realizzatori di portare questo nuovo droide sul grande schermo creando un personaggio che ha subito conquistato tutti gli appassionati dell’universo di Star Wars;
Creazione delle Creature – (1080p, 9:34) Interessante video alla scoperta delle “magie” cinematografiche che hanno permesso di dare vita a un nuovo cast di creature, incluso Chewbacca;
Progetto di Battaglia: Il Combattimento nella Neve – (1080p, 7:02) Tutto sui dettagli dell’epica lotta finale a colpi di spada laser tra Rey e Kylo Ren;
John Williams: La Settima Sinfonia – (1080p, 6:51) Il leggendario compositore condivide le sue riflessioni sul lavoro svolto per le musiche della saga con particolare focus su quelle create appositamente per Star Wars: Il Risveglio della Forza
ILM: La Magia Visiva della Forza – (1080p, 7:55) L’impressionante lavoro digitale che ha dato vita agli effetti visivi del film svelato in questo imperdibile contenuto speciale
Forza per il Cambiamento – (1080p, 3:22) Esistono eroi di ogni forma e dimensione. Grazie all’iniziativa Star Wars: Forza per il Cambiamento i fan di Star Wars in tutto il mondo hanno usato la Forza per aiutare gli altri. Scopri come in Forza per il Cambiamento!
• Scene Eliminate (1080p):

  • Finn e il  Villager (0:31),
  • Il messaggio di Jakku  (0:47),
  • Gli X-Wings si preparano per la “velocità della luce” (0:22),
  • Kylo cerca il Falcon (0:50),
  • Inseguimento con lo Snow Speeder  (0:48),
  • Finn starà bene (0:23).

SW_21

Noi abbiamo trovato le edizioni a prezzi leggermente più bassi e non credo che a breve caleranno dato il tipo di edizione e la marchiatura Disney, perciò:

  • Star Wars: Il risveglio della forza Dvd a 17,90€
  • Star Wars: Il risveglio della forza Blu-ray + disco bonus, tutte e tre le versioni (standard, lato oscuro e luce) a 21,90€
  • Star Wars: Il risveglio della forza Steelbook a 26,90€

Nonostante alcune pecche, appena potete comperatevi la steelbook, è un pezzo da collezione come solo Disney sa creare, a breve schizzerà alle stelle e per reperirne una non basterà la luce ma bisognerà passare al lato oscuro.

SW_23 SW_25SW_26 SW_28 SW_29 SW_30 SW_31 SW_32 SW_33

L\'Autore Roberto Leofrigio

Roberto Leofrigio, laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, esperto di cinematografia sin dai lontani anni'80 con la nascita di una fanzine cartacea. Collaboratore di vari siti di cinema, ufficio stampa per molti eventi di promozione cinematografica e videoperatore, ama tutti i generi e in particolare quel cinema che spesso non viene distribuito nel nostro paese.