Sinister Film – All’attacco !

logo

Sinister Film, label italica dalle “gioie e dolori” per noi collezionisti di titoli d’essai, film introvabili e classici recuperati dal dimenticatoio, è stata sempre un punto di riferimento per coloro che erano alla ricerca di pellicole in home video assurdamente irreperibili.

Assieme a Collana Cineteca, Golem Video, A&R productin, nel tempo si è fatta valere come etichetta principale nel settore del “recupero titoli” cioè quei film inediti in italia in home video e disponibili, solo alcuni, in vecchissime VHS a prezxzi da capogiro.

A volte non tutte le ciambelle escono col buco e nell’operazione, a volte “furbetta” di recupero titoli, DVD sono stati realizzati nelle più svariate delle condizioni e con comparti audio video  a volte al limite della decenza e talvolta impresentabili.

Masters recuperati dalle medesime VHS  e digitalizzati alla bell’e meglio con audio solamente un minimo ripulito; tracce 5.1 fasulle, inutili, dato che, essendo i film originariamente in mono o stereo,  ciò comporta l’inutilizzo del canale centrale e delle casse posteriori se l’audio non viene adeguatamente rielaborato digitalmente, ma ciò comporta costi aggiuntivi insostenibi a parità di numero copie vendute.

Non contenti, a volte la label si è spinta addirittura nel recupero di master da film presenti su youtube, andandosi a ricercare il disco originale da cui era stata recuperata la versione postata online e da quello son partiti per inserire tracce audio e menù statico. Talvolta l’operazione comportava l’utilizzo di master NTSC a 30 fps e i risultati, a schermo, si vedonmo…

Qualche volta han alzato troppo il tiro, rubacchiando master restaurati da versioni estere ancora coperte dal diritto d’autore e prontamente sono stati beccati dagli aventi diritto. Ecco perchè si spiegano le numerosi versioni OOP-Fuori catalogo ( una su tutte VITE VENDUTE), ricercate da molti collezionisti

Extra carenti spesso per questioni di costi, e presentazioni di Luigi cozzi registrate con una Mini DV riversata a dir poco in una maniera penosa con un interlacciamento devastante,  minano spesso l’ottimo sforzo di chi si impegna nella realizzazione dell’edizione, come l’amico e storico del cinema Fabio Melelli, curatore di molti extra ed interviste video.

Ma l’interesse per i titoli Sinister è sempre altissimo, potremmo definirla per certi versi, per tipologia di titoli recuperati (non per qulità massima delle edizioni, eh, precisiamolo) una EUREKA! italiana, e per i tempi che corrono, non dobbiamo far altro che incoraggiare il lavoro dei ragazzi e spingerli, comperando noi le copie dei titoli migliori e più interessanti, affinche possano regalarci ulteriori chicche in dvd.

Nell’operazione di analisi che proporremo in questi mesi a seguire, ci sarà l’analisi audio/video, con tanto di raffronti, screenshot e confronti con versioni sia all’interno del mercato italiano che estero dei i migliori titoli Sinister immessi sul mercato.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Per coloro che se li sono persi, per i dubbiosi circa la bontà dell’edizione, ma soprattutto per coloro che, dovendo affrontare un esborso economico sono indecisi all’acquisto in quanto il disco DVD potrebbe sotto sotto rivelarsi una “patacca”.

Ecco, noi, con le nostre analisi. fugheremo ogni dubbio, per la gioia degli appassionati e per la felicità ( o infelicità) dei nostri portafogli e, vedrete, anche se a volte saremo cattivissimi, anche in casa Sinister/Cecchi Gori Home Video alla lunga ci ringrazienranno, magari fornendoci (cosa che ora non avviene9 una copia da recensire.

 

Inizieremo per la nostra “fase di lancio” con due collane gettonatissime: HORROR D’ESSAI e I CLASSICI RITROVATI, partendo con i seguenti titoli:

HORROR D’ESSAI

  1.  13° VERGINE (LA) #3
  2. MORTE NERA, (LA) #7
  3. TEATRO DELLA MORTE #14
  4. BELVA DI DÜSSELDORF, (LA) #18
  5. MANI dell?altro; (LE) #22
  6. CASTELLO DELLE DONNE MALEDETTE, (IL) #24
  7. GABINETTO DEL DR. CALIGARI, (IL) #25
  8. RISVEGLIO DELLA MUMMIA , (IL)/TERRORE VIENE D’OLTRETOMBA, (IL) #27
  9. FRANKENSTEIN 1970 #29
  10. RACCONTI DEL TERRORE, (I) #35
  11. NOTTE DEL DEMONIO, (LA) #37
  12. OCCHIO IPNOTICO, (L’) #41
  13. HORLA – “DIARIO SEGRETO DI UN PAZZO” #47
  14. SEGRETO DI MORA TAU, (IL) #55
  15. SINFONIA DI MORTE #57
  16. BOIA SCARLATTO, (IL) #62
  17. SANGUE DEL VAMPIRO, (IL) #84

I CLASSICI RITROVATI

  1. ULTIMO TRENO DA MOSCA, (L’) #16
  2. RACCONTO DI CANTERBURY, (UN) #17
  3. MADONNA DELLE 7 LUNE #24
  4. SPARVIERI DELLO STRETTO, (GLI) #26
  5. GUARDIANO DI ALLAH, (IL) #27
  6. RITORNA L’AMORE #28
  7. FOSSA DEI DISPERATI, (LA) #29
  8.  VENTAGLIO, (IL) #33
  9. UOMO DEI MIRACOLI (L’) #34
  10. RIBELLI DELL’HONDURAS, (I) #36
  11. COBRA, (IL) #39a
  12. CAPITAN SINBAD #39b
  13. 5.000 DITA DEL DR. T, (LE) #40
  14. DANZA DEL MIRACOLO, (LA) #42
  15. MARIA ANTONIETTA #43
  16. INFEDELTÀ #47
  17. WHISKY A VOLONTÀ #52

 

Subito partiremo con la trilogia dell’horror messicano per eccellenza, il ciclo de “la momia” nelle sue incredibili avventure “La momia Azteca”, “La Momia Azteca contra el robot humano” e “La maledición de la Momia Azteca.”

362894-mummies-attack-of-the-aztec-mummy-postercurse_of_aztec_mummy_poster_01x-momia-azteca-contra-jj

 

L\'Autore Roberto Leofrigio

Roberto Leofrigio, laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, esperto di cinematografia sin dai lontani anni'80 con la nascita di una fanzine cartacea. Collaboratore di vari siti di cinema, ufficio stampa per molti eventi di promozione cinematografica e videoperatore, ama tutti i generi e in particolare quel cinema che spesso non viene distribuito nel nostro paese.