“SAPORE DI TE” – I Vanzina omaggiano l’amore e l’ottimismo degli anni 80′

"Sapore di te"

“Sapore di te”

Nel trentennale dall’uscita nelle sale di “Sapore di mare” arriva nei cinema italiani “Sapore di te”, un film fortemente cercato e voluto dai fratelli Vanzina. Dopo gli ultimi lavori poco edificanti dai tempi di “Eccezzziunale… veramente. Capitolo secondo…me”  Carlo ed Enrico Vanzina firmano la regia e la sceneggiatura di un film convincente. E’ il ritorno di una commedia pulita e leggera con dei significati profondi, un  bel prodotto. Il cinema italiano spesso a seguito delle mode, come evidenziato dallo stesso Carlo Vanzina, ma con “Sapore di te” si riscopre l’amore di un film verso i propri personaggi. Il cast è di tutto rispetto e non ha niente a che vedere con “Sapore di mare”, anche se la storia inizia proprio negli anni in cui si era conclusa la precedente.

Luca e Chicco sulla spiaggia di Forte dei Marmi

Luca e Chicco sulla spiaggia di Forte dei Marmi

Katy Saunders è Sabrina in "Sapore di te"

Katy Saunders è Sabrina in “Sapore di te”

 

La trama è l’intrecciarsi di diverse storie d’amore ambientate nella splendida cornice di Forte dei Marmi in Toscana. La prima racconta le vicende di una coppia di amici, Luca, l’Eugenio Franceschini di “Bianca come il latte rossa come il sangue”, e Chicco, il Matteo Leoni volto noto al pubblico di Disney Channel, che si innamorano della stessa ragazza austriaca, Ingrid. Lei sceglie Luca e lo raggiunge per una prima estate d’amore presso le spiagge italiane. Nella stessa località c’è la simpatica famiglia Proietti composta dal padre Alberto, uno strepitoso Maurizio Mattioli, Elena, la moglie interpretata da Nancy Brilli, e Sabrina, la Katy Saunders di “Tre metri sopra al cielo”. Il seducente bagnino Paolo Conticini rovina l’armonia del gruppo di amici e da qui inizia una serie di cambiamenti che porteranno a delle tenere dichiarazioni di un amore soltanto accarezzato da Luca e Sabrina. Infatti c’è anche Chicco che è innamorato della giovane, la quale però ha occhi soltanto per Luca ma non viene ricambiata. Questo finché per ben due volte il fato li mette uno nelle mani nell’altro nel momento sbagliato. I due ragazzi infatti per due estati, la pellicola racconta  quelle dell’84 e dell’85, sono costretti a dirsi addio proprio quando il loro sogno sembra realizzarsi. Lo stesso destino però  restituirà loro la felicità in un finale  degno di “Beautiful” all’insegna della nostalgia su cui è nato lo stesso film.

I sempre divertenti e bravi Vincenzo Salemme e Maurizio Mattioli

I sempre divertenti e bravi Vincenzo Salemme e Maurizio Mattioli

 

Nancy Brilli in una divertente scena di "Sapore di te"

Nancy Brilli in una divertente scena di “Sapore di te”

Nel frattempo l’onorevole De Marco, il sempre divertente Vincenzo Salemme, vive una storia d’amore clandestina con la bella presentatrice televisiva Susy Acampora, la bionda Serena Autieri, alle spalle di Valentina Sperlì, che dà il volto alla moglie Leonetta. Le peripezie dell’onorevole, che rappresenta un tipico politico corrotto del partito socialista degli anni 80′, sono esilaranti e si consumano nell’arco dell’intera pellicola. Elena e Alberto Proietti sono una coppia legatissima, lui è un grande tifoso giallorosso e ogni anno costringe la famiglia a girovagare per l’Italia per seguire il ritiro della sua squadra. La notte di San Lorenzo il ricordo della Coppa dei Campioni persa dai giallorossi da parte di Mattioli resterà una delle scene più belle del film. Il gesto di Alberto, che salva la vita dell’onorevole De Marco, provocherà un susseguirsi di eventi fino a un divertente lieto fine.

Martina Stella e Giorgio Pasotti sono Anna ed Armando in "Sapore di te"

Martina Stella e Giorgio Pasotti sono Anna ed Armando in “Sapore di te”

La storia più bella e commovente però è forse quella di Anna e Armando, interpretati da Martina Stella e Giorgio Pasotti. La ragazza arriva a Forte dei Marmi ospite dell’amica Francesca, Virginie Marsan, per preparare la tesi di laurea. Quella stessa sera però conosce Armando, noto Don Giovanni della zona,  che si innamora per la prima volta perdutamente di lei. Una serie di incomprensioni li porterà a una brusca separazione, con un lieto fine bello e divertente dentro un’ambulanza. Dal loro matrimonio nasce il piccolo Lorenzo. La seconda estate è forse la più toccante, vengono raccontate le difficoltà della vita di coppia e i problemi che possono derivare dalla nascita di un bambino. Le incomprensioni portano all’ennesima separazione per via della mancanza di fiducia, ma anche qui sembra che tutto possa risolversi.

I fratelli Carlo e Enrico Vanzina, regista e sceneggiatore del film "Sapore di te"

I fratelli Carlo e Enrico Vanzina, regista e sceneggiatore del film “Sapore di te”

I fratelli Vanzina colpiscono nel segno nella scelta di omaggiare con questo film i 30 anni di “Sapore di mare”. La pellicola piacerà sia ai nostalgici che alle giovani generazioni. E’ un film bello e toccante come pochi nel panorama italiano degli ultimi anni. Le musiche sono azzeccate, così come l’ambientazione. La scena finale in cui vediamo tutti i protagonisti insieme è la copertina di un destino che alla fine rimette apposto ogni tassello, con l’amore e l’ottimismo degli anni 80′. Nonostante sembra che tutto vada male questo film ci invita a guardare avanti. La felicità non sempre è come ce l’aspettiamo ma alla fine arriva. In questa nostalgia c’è l’invito a riscoprire una mentalità che ormai sembra dimenticata nel grigiore della società attuale.

Valutazione: 8

A cura di Thomas Cardinali

Twitter @Thomascardinali

L\'Autore Thomas Cardinali

Web writer di professione, scrivo di cinema e spettacolo in ogni sua sfaccettatura. Video maker in formazione con la passione per il calcio e la Formula1