“PAZZA IDEA” – due fratelli on the road tra dramma e commedia

Pazza-Idea-Xenia-recensione

Creta: Dani,un sedicenne gay, in seguito alla morte della mamma va ad Atene a trovare il fratello diciottenne Odysseas, e lo convince a partire per Salonicco alla ricerca del padre, che li aveva abbandonati da piccoli, per costringerlo a riconoscerli legalmente e a dar loro i soldi a cui hanno diritto, nonchè la cittadinanza greca (sono albanesi per parte della madre, cantante appena morta di alcool e solitudine). Ovviamente la strada sarà lunga e difficoltosa,ma insegnerà ai due a conoscersi, accettarsi e rispettarsi, per divenire di nuovo famiglia.
La deliziosa, agrodolce pellicola greca, presentata all’ultimo festival di Cannes, ricca di simbolismi e scene oniriche tra sogno e realtà, cariche di significato (vedasi la scena della “morte” del coniglietto), è interamente sorretta da due giovani attori straordinari, Kostas Nikouli (Dany) e Nikos Gelia (Ody) ,che rendono reale e credibile anche qualche passaggio di sceneggiatura un po’ forzato, mentre la regia di Panos H. Koutras segue passo passo le loro vite, i loro volti e i loro giovani corpi. E la storia scorre via tra personaggi e situazioni alla Almodovar (l’anziano effeminato amico della madre) e balletti da “Canzonissima”, tra momenti divertenti e altri drammatici.
Niente di nuovo sotto il sole, ma questo percorso di crescita “on the road” tra due fratelli diversissimi tra loro diverte e commuove, sulle note degli idoli canori dei due ragazzi, le “nostre” Patty Pravo (che compare anche in un cameo) e Raffaella Carra’.

FRANCESCO ARCUDI

L\'Autore