Nessuno si salva da solo- tratto dal romanzo di Margaret Mazzantini

 

Dalla regia di Sergio Castellitto, ecco il nuovo film tratto dal romanzo di Margaret MazzantiniNessuno si salva da solo” che uscirà nelle sale il 5 marzo.

Gaetano (Riccardo Scamarcio) e Delia(Jasmine Trinca) sono una coppia di sposini, innamorati, che conducono una vita normale,dividendosi  tra il lavoro, la casa e i figli. Ma purtroppo come tutte le coppie, si ritrovano a passare un periodo di crisi coniugale, che non riusciranno a superare. Ed è qui che inizia il film, in un ristorante, seduti l’uno davanti all’altro, sorseggiando del buon vino e organizzando le vacanze per i propri figli. La tensione che c’è si taglia con il coltello, l’imbarazzo nel ritrovarsi lì a discutere sul da farsi, quando in fondo non è quello che vorrebbero, né per loro, né per i bambini. Parlano, discutono, si insultano e ripercorrono allo stesso tempo un viaggio nel passato, come avevano fatto a ridursi così, loro che si erano tanto amati. Delia sfoga il suo stress la sua frustrazione autopunendosi, rifiutando di mangiare, con il rischio di ricadere nell’anoressia, mentre Gaetano è sommerso dal lavoro, tanto da trascurare i suoi figli.

DSC_0195

DSC_0214DSC_0200

“La struttura del film volevo che somigliasse ad una canzone, la scena iniziale del ristorante è un ritornello, e si ripropone sempre,  però in maniera diversa, in maniera sempre più evoluta,” spiega Castellitto nell’intervista, “[…]la scelta di Jasmine e Riccardo, è perché sono attori di gran talento, e la loro sostanza umana, la loro fragilità di 35enni ha una certa adesione a questi due personaggi.”

Jasmine ci spiega di come ha vissuto il suo ruolo, “nel cambiamento fisico di Delia, la questione del disturbo alimentare, fare quello sforzo di privazione[ …] L’idea di privarsi del piacere, raccontava anche qualcosa di lei rispetto all’amore. Quindi una persona indifesa, all’inizio, che poi si apre all’amore e ricomincia a mangiare, alla passione e quando arriva la crisi si richiude.”Delia ha dei problemi repressi, Gaetano vive la sua inquietudine per non essersi valorizzato nel suo lavoro, questi elementi sono essenziali per creare questi personaggio tridimensionali,veri, non perfetti. Riccardo racconta “Gaetano dentro questa situazione, questa insoddisfazione, cerca di trovare un punto pragmatico per risolvere i problemi, aspetti che lo rendono un personaggio positivo anche se a volte un pò superficiale, e io da attore ho cercato di assorbire questi aspetti.”

Delia  e Gaetano hanno provato ad  essere diversi, pensando di farcela, cercando di non farsi fregare, invece non è stato così. Le cose che hai amato dell’altro, per le quali ti eri innamorato, sono quelle che alla fine arrivi a detestare di quella persona. Un film che racchiude in se quegli aspetti della vita reale  presenti in molte coppie che si lasciano per inadeguatezza più  che mancanza d’amore.

 

Valutazione:7

Ambra Azzoli

L\'Autore Ambra Azzoli

Laureata in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, presso l'università la Sapienza di Roma. Inizia ad avvicinarsi alla scrittura cinematografica nel 2013. Oltre la passione per il cinema, anche quella per il teatro, nata all'età di 12 anni, frequentando il primo corso di recitazione. Ama trascorrere il suo tempo tra libri, serie tv e film!