La Mummia Azteca colpisce ancora

“La mummia Azteca” (Titolo Originale: La Momia Azteca, conosciuto nei paesi anglofoni anche col titolo di “Attack of the Aztec Mummy”)  è il primo di una serie di film Messicani a low budget i quali hanno segnato l’epoca d’oro degli horror movie messicani “scopiazzati” dai ben più famigerati Universal e da alcuni film Hammer, naturally, cambiandone i connotati, le location, i nomi e ambientando il tutto il lugubri e isolate rovine azteche alla periferia (spesso) di Città del Messico e, giusto per non farsi mancare nulla, con dei mostri talmente brutti da sembrare irreali!

A riguardarli oggi i film in un certo senso fanno sorridere, soprattutto in alcune sequenze davvero ingegnose ma palesemente casarecce; il mostro a volte, specialmente nei sequel, suscita addirittura itenerezza in quella sua voglia di riappropiarsi, come un infante a cui hanno levato qualcosa, degli oggetti più cari che sono stati indebitamente profanati dalla sua tomba.

Rafael Lopez Portillo basandosi su una storia di Alfredo Salazar (che tra l’altro ha scritto anche la sceneggiatura del film), e Guillermo Calderon riesce a creare un opera che rimarrà nella storia del cinema messicano, aprendo le porte all’horror Made in Messico; ciò porterà allo sviluppo di una cinematografia di genere diversa, non solo tesa all’incontro/scontro con quella Americana, a rifarne il verso nelle commedie in pure imitazioni con attori messicani, o ai meri drammi a sfondo religioso, alle storie locali, ma darà il via ad un genere tripicamente messicano dove cultura, religione, esoterismo e scaramanzia si mescoleranno con gli usi ed i costumi del posto in un mix esplosivo che talvolta, come in questo caso,  ha generato opere davvero deliranti e che, in Brasile avrà un illustre collega con le storie del famigerato Zé Do Caixão ideate da José Mojica Marins.

la-momia-azteca-movie-poster-1957-1020692577

362894-mummies-attack-of-the-aztec-mummy-poster

IL RISVEGLIO DELLA MUMMIA (Tit. Or. La momia Azteca), 1957, Rafael Portillo

Nel periodo in cui gli Inca regnavano nel Messico, il guerriero azteca Popoca è murato vivo dopo che questi è stato scoperto in atteggiamenti intimi con Xochtil la quale, a causa delle sue azioni, viene uccisa all’istante.

Popoca così riceve l’incantesimo dell‘immortalità al fine di vigilare a vita la Grande Piramide di Yucatán dove sono stati seppelliti sia la sua amata che i tesori degli Aztechi.

A seguito di alcuni sperimenti scientifici sulla regressione ipnotica il Dott. Eduardo Almada decide di effettuare un tentativo anche sulla sua fidanzata Flor Sepúlveda. Attraverso l’ipnosi Eduardo Almada scopre che Flor è davvero la reincarnazione di Xochitl e, sessione dopo sessione, incomincia ad utilizzare i suoi ricordi passati per ritrovare il luogo ove le spoglie (e quindi anche i tesori aztechi) di Xochitl sono conservate. Riusciti a ritrovare i resti della mummia essi trafugano dalla tomba la corazza (dove è contenuta la mappa per il tesoro); essi fuggono dalla grotta ove la mummia era sepolta senza però essersi minimamente resi conto che la mummia azteca, vistasi privata del suo prezioso corredo funerario, ritorna in vita pronta a riprendersi ciò che gli è stato derubato.

Nonostante gli improvvisati archeologi, inseguiti dal mostro, per il rotto della cuffia riescono ad uscire vivi dalla grotta, non sanno che la “Momia” li inseguirà fino a Città Del Messico, dove risiedono e dove sperano di non esserenuovamente perseguitati.

Nel frattempo il diabolico Dr. Krupp, il collega di Almada, ladro conosciuto con il soprannome di “Pipistrello/Murcielago”, scopre l’esistenza del tesoro e manda i suoi scagnozzi sulle tracce di Almada al fine di recuperare la corazza contenente la mappa che egli aveva derubato dalla tomba. Gli uomini di Krupp arrivan sino alla casa di Flor per riprendersi la corazza ma non sanno ancora chi c’è ad attenderli poco lontano…

“La Momia Azteca” fu girato interamente a Città Del Messico negli studios C.L.A.S.A. . Per poter risparmiare sui costi di doppiaggio per la release americana, il direttore statunitense Jerry Warren fu incaricato di editare una nuva versione per il mercato USA. Warren stesso filmò ulteriori scene utilizzando gli attori Richard Webb, John Burton, Bruno Ve Sota e l’attrice Nina Knight.

Warren fece un patto con la casa distributrice Azteca Films Inc., con base a Los Angeles, per creare versioni “americanizzate” dell’originale messicano per la compagnia.

Come si può vedere anche nei successivi episodi, o sequel, scene del primo film sono ampiamente riutilizzate.

La pellicola, uscita in Messico il 13 Novembre del ’57, ebbe un enorme successo sia in patria che negli States tanto da essere importata anche da noi nel 1959; per questo nel primo e terzo capitolo è disponibile la versione con audio italiano; per il secondo capitolo “La maledizione della mummia Azteca”, inedito in Italia, è presente nel disco della Sinister Film la sola versione originale con sottotitoli amovibili.

curse_of_aztec_mummy_poster_01

LA MALEDIZIONE DELLA MUMMIA AZTECA (Tit. Or. La maldición de la momia azteca), 1957, Rafael portillo

In questo secondo capitolo sulla mummia messicana, mai distribuito in Italia nei cinema, vediamo il diabolico Dr. Krupp, ancora una volta alla ricerca del tesoro e dei gioielli della principessa Xochitl, ipnotizzare la sua contemporanea reincarnazione Flor, sperando che essa riveli la location del tesoro e dei gioielli e cioè la tomba di Xochitl. Ma il fidanzato di Flor, il Dott. Almada, coadiuvato dal suo assistente e supereroe-wrestler “L’angelo/el angel”, non è d’accordo e vuole evitare a tutti i costi i pericolosissimi esperimenti effettuati sulla sua consorte.

Nonostante il duo si impegni al massimo per evitare gli esperimenti, alla fine il Dr. Krupp riesce nelle sue intenzioni e, una volta ottenute le informazioni necessarie, si reca nella tomba di Xochtil; ma ad attenderlo ci sarà nientedimeno che Popoca agguerritissimo e pronto a difendere a tutti i costi la tomba della sua amata.

Il film è uscito nel 1957 pochi mesi dopo il primo film, sfruttandone la scia del successo e riuscendo ad ottenere buoni risultati al botteghino.

Pensate un po’, dal poster dell’unico film della trilogia inedito in Italia è stata presa l’immagine per il DVD tarocco de la Formula Multimedia, edizione a tiratura limitata in soli 500 esemplari (molti dei quali ancora invenduti…).

momia azteca inside insidex-momia-azteca-contra-jj

IL TERRORE VIENE D’OLTRETOMBA (Tit. Or. La momia azteca contra el robot umano)

In quest’ultimo capitolo dell’originaria trilogia, rititolato da noi per creare ancor più effetto “Il terrore viene d’oltretomba” vediamo sempre il Dr. krupp conosciuto anche con il soprannome de”Il pipistrello/El murcielago”, interpretato dall’attore messicano Luis Aceves Castañeda,  ancor più interessati ai tesori e ai gioielli di Popoca (Angel Di Stefani) e Xochtil, progetta un Robot al fine di riuscire nell’impresa. Ma c’è sempre il Dott. Almeda di mezzo e le cose non si mettono bene una volta terminata la costruzione dell’automa.

Il film venne distribuito in Italia nel 1960.

Il 4° film sulla Mummia Azteca “L’attacco della mummia Maya” è, per noi, ancora un inedito, infatti non è presente nè nell’edizione della Sinister Film nè in alcuna altra versione DVD .

 

In Italia sono disponibili due edizioni:

La mummi azteca – Il risverglio della mummia

Mummia Azteca

La prima edizione uscita  sul mercato: La mummi azteca – Il risverglio della mummia, venne editata dalla Formula Multimedia in soli 500 esemplari

Produzione:

Cinematográfica Calderón S.A. .

momia azteca dvd

Disco:

Regione: ‘2’

Durata: 1:20:30.200

00:00:00.000 : Chapter 1
00:06:29.760 : Chapter 2
00:13:00.000 : Chapter 3
00:19:29.760 : Chapter 4
00:26:00.000 : Chapter 5
00:32:29.760 : Chapter 6
00:39:00.000 : Chapter 7
00:45:29.760 : Chapter 8
00:52:00.000 : Chapter 9
00:58:29.760 : Chapter 10
01:05:00.000 : Chapter 11
01:11:29.760 : Chapter 12
01:15:46.600 : Chapter 13

vlcsnap-2015-08-01-04h27m23s767vlcsnap-2015-08-01-04h27m09s797vlcsnap-2015-08-01-04h27m17s488

Disc Size: 4,707,319,808 bytes

Feature Size: 3,173,480,448 bytes

Video:

Aspect ratio: 4:3

Original Aspect ratio: 1,37:1

ID : 224 (0xE0)
Format : MPEG Video
Format version : Version 2
Format profile : Main@Main
Format settings, BVOP : Yes
Format settings, Matrix : Custom
Format settings, GOP : M=3, N=12
Format settings, picture structure : Frame
Bit rate mode : Variable
Bit rate : 5 240 Kbps
Larghezza: 720 pixels
Altezza : 576 pixels
Frame rate : 25.000 fps
Standard : PAL
Spazio colore : YUV
Chroma subsampling  : 4:2:0
Bit depth : 8 bits
Scan type : Interlaced
Scan order : Top Field First
Compressione : Lossy
Bits/(Pixel*Frame) : 0.505

Audio:

ID : 128 (0x80)
Formato : AC-3
Format/Info  : Audio Coding 3
Canali : 2 .0 mono L-R
Sampling rate : 48.0 KHz
Compression : Lossy
Lingua : Italiano

Sottotitoli:

Italiano, nessuno

Extra:

Nessuno

Valutazione disco:

Il disco DVD è a singolo strato e il file occupa circa 2/3  dello spazio disponibile. La versione è tirata da una VHS la quale è a sua volta stata realizzata da una copia positiva estera, accuratamente privata dei marchi della produzione (La Cinematográfica Calderón S.A.) in coda di film e a cui vi è stato inserito l’audio stereo italiano. Ciò si evince sia dai titoli di testa in lingua originale e non localizzati per il nostro paese che dal video interlacciato che presenta alcuni tipici difetti del nastro magnetico come: bande orizzontali di colore più scuro rispetto all’immagine in movimento, disturbi di frequenza sui bordi ed una certa tonalità globale bluastra tendente al viola che si fa enormemente sentire nelle scene scure, quasi da far apparire alcune sequenze totalmente prive di contrasto. Anche i bianchi risentono di questi difetti e sono decisamente poco bilanciati, così come sono sballate le tonalità intermedie dei grigi e dei grigi-scuri tutte tendenti al nero. Una versione “d’arrembaggio” eseguita puntando al risparmio e senza badare a restauri o correzioni di colore di alcuna sorta; in questo caso non avrebbero avuto alcun senso !

Mummia Azteca Sinister cover

La seconda edizione a 2 DVD edita dalla Sinister film contiene la triolgia:

  • Il risveglio della Mummia
  • La maledizione della mummia azteca
  • Il terrore viene d’oltretomba

I Primi due film sono contenuti all’interno del medesimo disco.

Produzione:

Cinematográfica Calderón S.A. .

risveglio della mummia dvd

Disco:

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Regione: ‘2’

Durata: 1:20:21.600
00:00:00.000 : Chapter 1
00:08:04.800 : Chapter 2
00:16:10.800 : Chapter 3
00:24:07.800 : Chapter 4
00:32:09.000 : Chapter 5
00:40:09.000 : Chapter 6
00:48:10.800 : Chapter 7
00:56:12.000: Chapter 8
01:04:14.400 : Chapter 9
01:12:15.600 : Chapter 10

Disc Size: 8,543,666,176 bytes

Feature Size: 6,609,119,232 bytes

vlcsnap-2015-08-01-04h57m22s311vlcsnap-2015-08-01-04h59m32s268 vlcsnap-2015-08-01-04h59m24s889

vlcsnap-2015-08-01-04h57m42s750 vlcsnap-2015-08-01-04h58m22s783

vlcsnap-2015-08-01-04h57m48s903vlcsnap-2015-08-01-04h57m57s484

Video:

Aspect ratio: 4:3

Original Aspect ratio: 1,37:1

ID : 224 (0xE0)
Format : MPEG Video
Format version : Version 2
Format profile : Main@Main
Format settings, BVOP : Yes
Format settings, Matrix : Default
Format settings, GOP : M=3, N=15
Duration : 27s 0ms
Bit rate mode : Variable
Bit rate : 4 804 Kbps
Maximum bit rate: 7 664 Kbps
Larghezza : 720 pixels
Altezza : 576 pixels
Frame rate : 25.000 fps
Standard : PAL
Color space: YUV
Chroma subsampling : 4:2:0
Bit depth: 8 bits
Scan type: Progressive
Compression mode : Lossy
Bits/(Pixel*Frame) : 0.463

Audio:

Audio #1
ID : 128 (0x80)
Format : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Durata : 1h 20mn
Canali : 2 channels
Sampling rate : 48.0 KHz
Compressione : Lossy
Lingua : Italiano

Audio #2
ID : 129 (0x81)
Format  : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Durata : 1h 20mn
Canali  : 2 channels
Sampling rate : 48.0 KHz
Compressione : Lossy
Lingua : Spagnolo

ID : 128 (0x80)
Formato : AC-3
Format/Info  : Audio Coding 3
Canali : 2 .0 mono L-R
Sampling rate : 48.0 KHz
Compression : Lossy
Lingua : Italiano

Sottotitoli:

Italiano, Spagnolo, nessuno

Extra:

Presentazione di Luigi Cozzi (3:21 min.),

Galleria Fotografiaca,

La maledizione della mummia azteca

Video:

Aspect ratio: 4:3

Original Aspect ratio: 1,37:1

Durata: 1:00:53.400

ID : 224 (0xE0)
Format : MPEG Video
Format version : Version 2
Format profile : Main@Main
Format settings, BVOP : Yes
Format settings, Matrix : Default
Format settings, GOP : M=3, N=15
Duration : 27s 0ms
Bit rate mode : Variable
Bit rate : 5 416 Kbps
Maximum bit rate: 5 845 Kbps
Larghezza : 720 pixels
Altezza : 576 pixels
Frame rate : 25.000 fps
Standard : PAL
Color space: YUV
Chroma subsampling : 4:2:0
Bit depth: 8 bits
Scan type: Progressive
Compression mode : Lossy
Bits/(Pixel*Frame) : 0.463

Audio:

Audio #1
ID : 128 (0x80)
Format : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Durata : 1h 01mn
Canali : 2 channels
Bit rate : 384 Kbps
Sampling rate : 48.0 KHz
Compressione : Lossy
Lingua : Italiano

Audio #2
ID : 129 (0x81)
Format : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Durata : 1h 01mn
Canali : 2 channels
Bit rate: 384 Kbps
Sampling rate : 48.0 KHz
Compressione : Lossy
Lingua : Spagnolo

Sottotitoli:

Spagnolo, Italiano, none

Valutazione disco:

Ci troviamo di fronte ad una edizione che, apparentemente sembra migliore della precedente, infatti: è progressiva, ha un decente contrasto e il b/n, seppur nei limiti dovuti all’usura della fonte e al riversamento da nastro magnetico, è ben bilanciato, anche nelle scene molto scure come quelle nella caverna Il contrasto conseguentemente migliora la visione e rende il film meglio godibile e più intrigante. Le tonalità di bianco e nero sono maggiori e ben riscontrabili. I particolari vengono meglio visualizzati su schermo e una certa consistenza appare in alcune scene. L’unica pecca è l’elevata compressione del video che, giocoforza si è dovuita effettuare per includere anche il secondo film all’interno del medesimo disco e ridurre i costi di un terzo DVD. Questa inficia notevolmente il video in alcune sequenze con pesanti effetti di noise e macroblocchi. Ma forse già il file digitale di partenza, recuperato chissà dove o da quale versione estera, con l’aggiunta “fatta in casa” dell’idioma nostrano era già di queste dimensioni?   Gli extra sono decenti sia se paragonati al costo del disco che alla qualità dell’edizione. Qualcosina in più si poteva fare con la galleria fotografica; magari inserendo più immagini e restaurando quelle da inserire l’extra sarebbe risultato più gradevole. Dolenti note dal video di poco più di tre minuti con Luigi Cozzi, esso presenta un pauroso interlacciamento che disturba e “contorce” la visione.

il terrore viene d'oltretomba dvd

Produzione:

Cinematográfica Calderón S.A. .

Disco:

Regione: ‘2’

Durata: 1:01:28.600
00:00:00.000 : Chapter 1
00:06:12.000 : Chapter 2
00:12:19.200: Chapter 3
00:18:27.600 : Chapter 4
00:24:36.000 : Chapter 5
00:30:45.000 : Chapter 6
00:36:53.400 : Chapter 7
00:43:01.200 : Chapter 8
00:49:10.800 : Chapter 9
00:55:19.200 : Chapter 10

Disc Size: 4,707,319,808 bytes

Feature Size: 3,001,479,168 bytes

vlcsnap-2015-08-01-06h08m58s453vlcsnap-2015-08-01-06h09m11s771vlcsnap-2015-08-01-06h09m14s415

vlcsnap-2015-08-01-06h09m26s427 vlcsnap-2015-08-01-06h09m03s476

vlcsnap-2015-08-01-06h09m32s113 vlcsnap-2015-08-01-06h09m44s503

Video:

Aspect ratio: 4:3

Original Aspect ratio: 1,37:1

ID : 224 (0xE0)
Format : MPEG Video
Format version : Version 2
Format profile : Main@Main
Format settings, BVOP : Yes
Format settings, Matrix : Default
Format settings, GOP : M=3, N=15
Duration : 27s 0ms
Bit rate mode : Variable
Bit rate : 5 166 Kbps
Maximum bit rate: 5 431 Kbps
Larghezza : 720 pixels
Altezza : 576 pixels
Frame rate : 25.000 fps
Standard : PAL
Color space: YUV
Chroma subsampling : 4:2:0
Bit depth: 8 bits
Scan type: Progressive
Compression mode : Lossy
Bits/(Pixel*Frame) : 0.463

Audio:

Audio #1
ID : 128 (0x80)
Format : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Durata : 1h 01mn
Canali : 2 channels
Bit rate : 384 Kbps
Sampling rate : 48.0 KHz
Compressione : Lossy
Lingua : Italiano

Audio #2
ID : 129 (0x81)
Format  : AC-3
Format/Info : Audio Coding 3
Durata : 1h 01mn
Canali  : 2 channels
Bit rate : 384 Kbp
Sampling rate : 48.0 KHz
Compressione : Lossy
Lingua : Spagnolo

ID : 128 (0x80)
Formato : AC-3
Format/Info  : Audio Coding 3
Canali : 2 .0 mono L-R
Sampling rate : 48.0 KHz
Compression : Lossy
Lingua : Italiano

vlcsnap-2015-08-01-06h09m56s574

Sottotitoli:

Italiano, Spagnolo, nessuno

Extra:

Presentazione di Luigi Cozzi (3:33 min.)

Valutazione disco:

Il film è posto su un disco a singolo strato e ne occupa circa 2/3, ciò sta a significare che il file PAL non è stato minimamente rielaborato se non per inserirvi la traccia italiana e i sottotitoli per le sequenze inedite (o di cui il doppiaggio era irrecuperabile?). Di conseguenza difetti dovuti a compressione come noise e macroblocchi nonchè ghosting e aloni sono evidentissimi nelle scene scure, un pò come accadeva nei due films precedenti. Contrasto e tonalita del b/n però sono in linea con gli altri dischi e rendono bene in visione, soprattutto nelle sequenze diurne o in interni ben illuminati. Il file digitale presenta non pochi difetti dovuti all’usura della pellicola da cui è stato realizzato il nastro base per questa versione digitale. Alcun tipo di restauro è stato posto in essere al fine di migliorare la fonte originale. I costi avrebbero di gran lunga superato gli introiti derivanti dalla vendita dell’edizione. La presentazione di Luigi Cozzi presenta i medesimi disturbi e difetti dovuti a interlacciamento, segnale evidente che le registrazioni su mini-dv sono state riversate in maniera alquanto sciatta e approssimativa.

L\'Autore Roberto Leofrigio

Roberto Leofrigio, laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, esperto di cinematografia sin dai lontani anni'80 con la nascita di una fanzine cartacea. Collaboratore di vari siti di cinema, ufficio stampa per molti eventi di promozione cinematografica e videoperatore, ama tutti i generi e in particolare quel cinema che spesso non viene distribuito nel nostro paese.