Le Frise Ignoranti- Un road-movie che fa sorridere ma con qualche sprazzo di banalità

Una nuova commedia scritta e diretta da Antonello De Leo e Pietro Loprieno. Questo road-movie, carico di colpi di scena, situazioni imbarazzanti e divertenti, ma anche con profondi temi, come quello dell’amicizia che lega i protagonisti, pronti ad affrontare insieme un viaggio:  un figlio in cerca del padre con alle spalle  un rapporto complicato. Questa avventura,immersa nei bellissimi paesaggi pugliesi, li aiuterà a scoprire se stessi. Il gruppo delle “Frise Ignoranti”è formato da Luca (William Volpicella),che è un giovane che vive di insoddisfazioni, tra il lavoro e vita privata. Sposato con Caterina (Eva Riccobono), gelosa e sospettosa che il marito la tradisca. Franchino(Nicola Nocella), migliore amico di Luca, che nonostante non sia il classico belloccio, si da molto da fare con le donne è sempre pronto a farsi in quattro per gli amici. Nicola(Davide Donatiello) padre di famiglia con la passione per la musica ma sempre senza un euro; ed infine Willy(Giorgio Gallo) pugliese, ma nato a Firenze e per questo tifoso della fiorentina, sempre pronto a risolvere qualsiasi problema, scegliendo la strada più facile. Il quartetto intraprende un viaggio, alla ricerca dello scapestrato Mimmo (Francesco Pannofino) padre di Luca, che saputa la notizia della sua brutta malattia, pensano che possa tentare il suicidio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Ad arricchire questa pellicola è la partecipazione di personaggi come Lino Banfi, nelle vesti del neoborbonico cavalier Lanotte, e Dario Bandiera nei panni del donnaiolo Salvatore, agente della band. Niente male l’interpretazione di Nocella, che da un po’ di sprint in alcune scene. Il titolo del film prende il nome “Frise” dal tipico cibo pugliese, conosciute anche come friselle (un tipo di pane che va condito con pomodorini freschi e olio) una volta il cibo della povera gente e “Ignoranti” che riprende uno dei grandi film del turco Ozpetec, e riferito anche ai quattro ragazzi che ignoravano tante cose e che con questo viaggio alla ricerca della conoscenza diventeranno delle “Frise” consapevoli . L’idea dei registi era di raccontare un evento drammatico, ma farlo in maniera divertente. In alcuni casi ci sono riusciti, inserendo i giusti personaggi,  ma in altre il film è stato un po’ lento, rendendo banali alcune scene. La cosa originale è che viene raccontato un meridione diverso dal solito, senza accentuarne i soliti difetti, ma concentrandosi sulle bellezze che esso può offrire. Prodotta da Vanessa e Giorgio Ferrero per la V Production e FILM 9 uscirà nelle sale il 23 aprile.

 

Valutazione:5

Ambra Azzoli

L\'Autore Ambra Azzoli

Laureata in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, presso l'università la Sapienza di Roma. Inizia ad avvicinarsi alla scrittura cinematografica nel 2013. Oltre la passione per il cinema, anche quella per il teatro, nata all'età di 12 anni, frequentando il primo corso di recitazione. Ama trascorrere il suo tempo tra libri, serie tv e film!