“LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT”- grande successo alla Festa di Roma

 

lcjr_3_20151016_1531927080-1150x748

Alla Festa del Cinema di Roma ha conquistato tutti, pubblico e stampa, il primo film da regista di Gabriele Mainetti, ex attore, già autore di vari corti di gran successo in vari festival.
Ispirato certamente allo stile di Tarantino (ma anche ai Marvel Comics), è la storia di Enzo Ceccotti (Claudio Santamaria), furfantello di Tor Bella Monaca che durante un inseguimento da parte della Polizia, per nascondersi si tuffa nel Tevere, distruggendo alcuni bidoni il cui contenuto bluastro “contamina” il nostro, conferendogli un superpotere: una forza alla Hulk.

lcjr_5_20151016_1903654707-1150x748
Il nostro eroe (suo malgrado) pensa di trarne vantaggio per i suoi traffici, ma sulla sua strada incontra Alessia (Ilenia Pastorelli), donna-bambina con problemi psichici, convinta che lui sia il protagonista del cartoon Jeeg robot d’acciaio. Per difenderla, Enzo, da sempre schivo e taciturno, chiuso nel suo mondo, dovrà scontrarsi con dei brutti ceffi al servizio del terribile “Zingaro” (uno strepitoso Luca Marinelli), un boss locale appassionato di musica trash, capace di cantare a squarciagola senza vergogna canzoni della Oxa o di Renato Zero, ma anche di uccidere spietatamente a mani nude, salvo poi disinfettarsi immediatamente con l’amuchina. Tra inseguimenti, omicidi, ripicche, amore e una violenza eccessiva da fumetto, Enzo/Jeeg dovrà accettare il suo ruolo da supereroe e portare a compimento la sua missione.

lcjr_7_20151016_1629930448-1150x748
La bella sceneggiatura di Gaglianone e Menotti, insieme allo stesso regista, regala battute fulminanti, situazioni estreme e personaggi a tutto tondo come da parecchio non se ne vedevano nel cinema italiano. Questo supereroe  “de noantri” non può non fare simpatia al pubblico che tifa immediatamente per lui, così come lo Zingaro, perfetto Joker nostrano alla Heath Ledger. Regia tecnologica quanto basta, ritmo sfrenato e situazioni adrenaliniche fanno il resto, assieme ad un cast praticamente perfetto.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Santamaria è un eroe dolente, con un passato che gli ha tolto tutto, chiuso nel suo io ma con un cuore che batte ancora, e il bravissimo attore sa dargli la giusta intensità sia nei momenti realistici che in quelli da fumetto.

Dello straordinario Marinelli abbiamo già detto, cattivo ma non crudele tout-court, che sa regalare al suo Zingaro-soggetto dei nostri giorni bisognoso di attenzione a tutti i costi-mille sfaccettature, confermandosi come uno dei migliori attori oggi in circolazione.

Grande rivelazione anche la brava Ilenia Pastorelli che, al suo primo ruolo importante, dona profondità ed espressività al suo tenero personaggio, fondamentale ai fini della vicenda.

Il film non ha ancora una data di uscita ma speriamo che la distribuzione non perda, come spesso accade, l’occasione di sfruttare l’eco del successo al festival così da permettere al pubblico di tutta Italia di divertirsi e di conoscere Mainetti,novello regista, da tenere d’occhio.

 

FRANCESCO ARCUDI

L\'Autore