Il Doppiattore: La recensione dello spettacolo rivoluzionario di Angelo Maggi

Il doppiattore, la recensione dello spettacolo di Angelo Maggi

Il doppiattore, la recensione dello spettacolo di Angelo Maggi

(a cura di Thomas Cardinali) – Angelo Maggi ha reso omaggio al doppiaggio nel modo più bello, ossia portandolo a teatro in uno spettacolo unico nel suo genere e senza tempo. Dopo 35 anni di carriera Angelo Maggi propone una sua personale lezione di doppiaggio, ma prima di tutto ne spiega in modo splendido e leggero l’essenza: il doppiaggio non è parlare semplicemente in un’altra lingua diversa dall’originale, ma è trasmettere emozioni non facendo perdere l’essenza del film. Angelo Maggi fa bene a descrivere il doppiatore come un “doppiattore”, perché recita a tutti gli effetti e farlo soltanto con la voce è un plus di cui pochi possiedono il dono. Il suo spettacolo inizia con l’amichevole partecipazione di Tom Hanks con uno splendido passaggio di “Cast Away”. No non abbiamo avuto l’onore di vedere da vicino l’attore premio Oscar, ma bensì proprio Angelo Maggi che sbuca sul palco tra gli applausi scroscianti del pubblico e doppia dal vivo la clip del film. Angelo Maggi è aiutato in questo viaggio, che parte dal 1927 fino ad arrivare agli ultimi spettacolari doppiaggi per i cinecomic Marvel nei panni di “Mr.Tony Stark” Robert Downey Jr., si fa aiutare prima dalla giovane bella e brava Vanina Marini e poi, in un passaggio come guest star della serata da Claudia Balboni,  diventata famosa per aver prestato la propria voce a delle immense attrici quali Mia Farrow e Melanie Griffith, con la quale manda in scena un appassionato ed ironico bacio.

Questo slideshow richiede JavaScript.


Uno dei passaggi più belli è proprio quello iniziale con “Le Voci del Tempo” in cui viene proposta proprio la nascita di questa magnifica arte fino ad arrivare al cult “Cantando sotto la pioggia” del 1952, che ripercorre in modo fedele il passaggio dal cinema muto al sonoro. Non c’è spazio però solo per il grande cinema d’autore, ma anche per il mondo dei cartoni animati: il doppiattore Angelo Maggi è infatti la voce del commissario Winchester de “I Simpson” e invita sul palco proprio il panciuto poliziotto in divisa. Bello il momento in cui viene proiettato il video messaggio di Massimo Lopez, che era curiosamente ospite in mezzo alla folla e ha avuto modo di interagire anche dal vivo con il presentatore e protagonista dello spettacolo. Oltre a Massimo Lopez sono stati trasmessi anche dei video messaggi pre registrati di Marina Tagliaferri, storico volto de “Un posto al sole”, Pino Insegno e Luca Ward, che ha svelato la vera origine della storica frase “al mio segnale scatenate l’inferno”: “Doveva essere al mio segnale scatenate i cani, ma la direttrice del doppiaggio Fiamma Izzo ha avuto la geniale idea di cambiarla e Ridley Scott ha apprezzato così tanto da modificare anche la frase in inglese”. Quando il doppiaggio supera l’originale.


I consigli dei quattro doppiatori accompagnano i circa 105’ di spettacolo, con un finale pirotecnico: sul palco sale il team al completo degli Avengers! I doppiatori Riccardo Rossi (Hulk), Marco Vivio (Captain America), Massimiliano Manfredi (Thor), Domitilla D’Amico (La vedova nera), Christian Iansante (Occhi di Falco) e, naturalmente, anche il doppiattore Angelo Maggi (Tony Stark). A guidare questo team straordinario c’è Marco Guadagno, direttore del doppiaggio che annuncia: “Lunedì 28 iniziamo a lavorare su Civil War e avremo due mesi. Non sarà facile perché a causa dell’anti-pirateria non possiamo nemmeno vedere le scene ma solo il volto dei nostri personaggi e se sono fuoricampo neanche quello”. Un ultima serata all’insegna dei supereroi per un super spettacolo che ha fatto registrare 20 sold out e ora può aspirare ad andare in tutta Italia, perché l’arte del doppiaggio è qualcosa in più di semplice voce.

Gli Avengers a teatro

L\'Autore Thomas Cardinali

Web writer di professione, scrivo di cinema e spettacolo in ogni sua sfaccettatura. Video maker in formazione con la passione per il calcio e la Formula1