Forever Young: Bentivoglio e la Ferilli guidano i Peter Pan di Fausto Brizzi

forever young

La stagione delle commedie italiane continua e dopo lo straordinario successo di “Perfetti Sconosciuti” che analizza l’attualissimo problema della vita segreta a cui ci portano i social network ecco il nuovo “ Forever Young ” firmato da Fausto Brizzi in cui i “vecchi” sono pronti a tutto per restare dei perfetti peter pan. Ecco quindi che il direttore della radio Fabrizio Bentivoglio è fidanzato con la 20enne da sballo di turno, ma prende una cotta per la coetanea Lorenza Indovina in uno svolgimento quasi paradossale per i tempi odierni. Lillo, orfano di Greg, prova a reinventarsi dopo che il giovane youtuber Francesco Sole gli ha levato lo spazio che occupava in radio da oltre 30 anni. C’è spazio anche per le donne, con una Sabrina Ferilli versione milf pronta a farsi il toy boy per riscoprirsi di nuovo viva. Esilarante è l’episodio che vede protagonista il vecchio Teo Teocoli, insieme a Stefano Fresi e alla moglie di Brizzi Claudia Zanella, che era incinta veramente durante le riprese dato che da poco è nata la primogenita della coppia.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Una commedia che funziona a livello di battute e di interazione del cast, con Bentivoglio e Lillo particolarmente sugli scudi, ma purtroppo a livello di sceneggiatura c’è molta confusione e non si riesce a comprendere fino in fondo il messaggio che Brizzi vuole lanciare agli spettatori. Sabrina Ferilli alla fine prende una decisione, Bentivoglio un’altra e il distacco del regista non ci fa capire il suo punto di vista su questi 50enni che soffrono della “sindrome di peter pan”. Il titolo avrebbe potuto facilmente essere giovani contro finti giovani in uno stile che ricorda le opere precedenti del regista, che qui può avvalersi però di una splendida colonna sonora che spazia da Bonnie Tyler ai Santa Margaret, passando per la cover di “Forever Young” con la voce di Nina Zilli. La scelta di inserire uno youtuber sullo schermo per una volta non è un flop totale, anzi le scenette tra lui e Lillo risultano tra le più riuscite. Applausi per il cameo divertente di Nino Frassica, un altro grande dello spettacolo italiano che si è prestato per una volta non al ruolo di chi parla con Don Matteo, ma a quello di sacerdote con la sua Radio Amen. “Forever e Young” di Fausto Brizzi è quindi un’opera intrigante, ma che non riesce a sfruttare tutto il grande potenziale che il soggetto aveva e avrebbe meritato di vedersi esaltato.

Voto: 2,5/5 stelle

Thomas Cardinali

L\'Autore Thomas Cardinali

Web writer di professione, scrivo di cinema e spettacolo in ogni sua sfaccettatura. Video maker in formazione con la passione per il calcio e la Formula1