Cityfest Pierfrancesco Favino ed Elio Germano !

 

Cityfest

Primo evento, dei molti previsti, per il Cityfest, la serie di iniziative che ci accompagneranno fino alla  Festa del Cinema di Roma ad ottobre . Pierfrancesco Favino ed Elio Germano sono i protagonisti di un incontro con il pubblico che si terrà mercoledì 27 maggio alle ore 21 presso l’Auditorium Parco della Musica (Teatro Studio Gianni Borgna).

Seguiranno altri eventi che coinvolgeranno non solo la capitale ma anche la regione prossimi ospiti previsti:
Paola Cortellesi, Neri Marcorè, Valerio Mastandrea, Laura Morante.

Il primo incontro vede protagonisti i due attori che hanno portato il grande pubblico al cinema, decretando il successo di numerose pellicole e sono arrivati sulla scena internazionale fino ad Hollywood. Elio Germano con Il Giovane Favoloso ha portato Giacomo Leopardi sullo schermo ,  Piefrancesco Favino ormai star affermata anche in molti blockbusters americani come il recente World War Z, incontreranno il pubblico sotto la direzione di Mario Sesti , responsabile dei progetti speciali del cityfest e creatore di questo format, che ha visto in passato grandi duetti. Sarà anche un’occasione imperdibile per saperne di più su Suburra il prossimo film diretto da Stefano Sollima tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Bonini e Giancarlo de Cataldo che vede i due attori protagonisti.

L’ingresso all’incontro è gratuito, previo ritiro di un coupon (massimo due a persona) presso il desk situato all’interno della biglietteria centrale dell’Auditorium Parco della Musica. I coupon saranno distribuiti il giorno stesso dell’evento (mercoledì 27 maggio), a partire dalle ore 18, fino a esaurimento dei posti disponibili.

L\'Autore Roberto Leofrigio

Roberto Leofrigio, laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione, esperto di cinematografia sin dai lontani anni'80 con la nascita di una fanzine cartacea. Collaboratore di vari siti di cinema, ufficio stampa per molti eventi di promozione cinematografica e videoperatore, ama tutti i generi e in particolare quel cinema che spesso non viene distribuito nel nostro paese.